Primarie MilanoPrimarie Milano, scoppia il caso dei cinesi che invitano a votare per Sala
Alle primarie di Milano scoppia il caso della comunità cinese, una delle più numerose a Milano con più di 28 mila residenti nel capoluogo (dato del 2014). Il Fatto Quotidiano ha svelato un retroscena: molti di loro si preparerebbero a votare alle primarie di centrosinistra per scegliere il candidato a sindaco. E sarebbero compatti per l’ex commissario di Expo, Giuseppe Sala.
Di per sé si tratta di una non-notizia, visto che il regolamento delle primarie parla chiaro: possono votare gli stranieri in regola con il permesso di soggiorno e residenti in città. Punto. Quindi un cittadino cinese residente a Milano e in regola col permesso di soggiorno può votare liberamente alle primarie. Di che cosa ci si stupisce, allora?
Naturalmente il timore è che si sia formata una specie di “lobby”. Il Fatto Quotidiano cita un incontro tra Milena Santerini (deputata del Pd, ex Scelta Civica) e alcuni imprenditori cinesi della zona di via Paolo Sarpi, ma anche una pagina web in lingua cinese che invita a votare per Sala. Con tanto di istruzioni su come trovare il proprio seggio a partire dalla via di residenza.

Leggi il seguito di questo post »

Img.1 -LoggiaCasa dei Cavalieri di Rodi vista dai Fori Imperiali (photo credits: Roma Slow Tour)

 

<Perché io so’ io, e voi non siete un …>. La superiorità monticiana nel suo leggendario rappresentante, il Marchese del Grillo

Bentornati nella nostra rubrica d’arte. Nel mio proposito di offrire spunti di visita un po’ diversi dai classici percorsi turistici romani, questo mese vorrei, con la complicità di una delle commedie cinematografiche più amate degli ultimi quarant’anni, raccontarvi i luoghi in cui è vissuto il famoso marchese del Grillo. Leggi il seguito di questo post »

Julian Assange a LondraL’Onu dà ragione ad Assange: detenzione ingiusta
Il gruppo di lavoro Onu incaricato di dare un parere sulla condizione di Julian Assange, denunciata come «ingiusta detenzione» dalla difesa, ha deciso di riconoscere le ragioni del fondatore di Wikileaks. Lo riferisce la Bbc.
Questa decisione allontana la prospettiva che Assange lasci l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove è rifugiato da quasi 4 anni, e si consegni alla polizia britannica. Era stato lo stesso Assange ad annunciare di essere pronto a farsi arrestare laddove il parere Onu gli fosse stato sfavorevole. Leggi il seguito di questo post »
radio rubricaBen tornati all’ascolto di una nuova puntata della rubrica di storia di musica, La Musica del Venerdì.

Leggi il seguito di questo post »

imprenditoria agricola femminile giovanileBoom di ragazze in campagna
Nel 2015 sono aumentate del 76% le ragazze italiane under 34 anni che hanno scelto di lavorare indipendentemente in agricoltura come imprenditrici agricole, coadiuvanti familiari o socie di cooperative agricole. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti “Più lavoro in agricoltura dall’innovazione – Missione cambiamento: le risposte dei giovani agricoltori”, illustrata alla Fieragricola con le esperienze creative di imprenditori agricoli innovatori che hanno presentato nuovi prodotti e tecnologie, dalla App salvatruffe all’energy drink contadino, dal caviale di lumaca alle panatine, dalla pasta di canapa alle microalghe per il benessere.

Leggi il seguito di questo post »